[Review] 4D Sports Driving – Stunts


4D Sport Driving
REVIEW # 00000000 00000011

Fasten your seatbelt!

4D Sports Driving, rilasciato anche come Stunts o è un gioco che ha piantato solide radici in tutti i computer da me posseduto, fin dal primo, datato 1994, un PC 286 fino agli ultimi PC Desktop Pentium degli inizi del nuovo millennio. Il videogame è stato sviluppato sul finire degli anni ’80 dalla Distinctive Software di Don Mattrick e distribuito inizialmente come Stunts per MS-DOS da Brøderbund per il mercato americano nelle due versioni 1.0 e 1.1 (corretta e debuggata). Fu in seguito redistribuito da Mindscape per il mercato europeo direttamente nella versione 1.1 e con il titolo mutato in 4D Sports Driving per inserirsi nel solco “4D Sports” assieme a 4D Sports Boxing e 4D Sports Tennis.

Il motivo per il quale ero e sono tuttora affezionato a questo gioco è per la possibilità che viene data di costruirsi il proprio circuito. Una sorta di pista per le automobiline ma trasferita su computer. E io amavo le piste. Alla follia. Quando due anni fa ho scoperto che i miei avevano buttato la mia pista Tyco sponsorizzata nientepopodimenoche da Nigel Mansell mi è preso lo sconforto. Potevo giocarci talmente poco che ormai aveva assunto uno status di reliquia.

Tornando a noi, Stunts (che io avevo come 4D Sports Driving) permetteva non solo di costruire il proprio circuito, ma come la migliore delle piste, era possibile inserire cordoli, salti, giri della morte, gallerie, incroci, scorciatoie e altre amenità simili, tra cui la possibilità di personalizzare anche il tipo di terreno (asfalto, terra o ghiaccio). Nel gioco erano presenti di default alcune piste già pronte, più altre all’80% che si poteva terminare a piacimento, inserendo anche (addirittura!) muretti, alberi e case. Ai tempi per me era praticamente in non plus ultra della personalizzabilità.

Il gioco è stato rilasciato nel 2015 sull’Internet Archive ed è giocabile sul sito a questo indirizzo.

My heart says…

60%

Lo confesso, per fare lo sborone la maggior parte delle gare l’ho corsa con la March Indy, l’unica dotata di una potenza accettabile. E mi divertivo come un matto a fare piste quasi ovali dove raggiunmgere velocità mostruose. La mia firma era data dalla sequenza curva parabolica – rettilineo lungo – due salti – galleria (non ci entravo mai, ci passavo solamente sopra – altra parabolica da affrontare dopo una memorabile frenatona. Giravo per ore in cerca del giro veloce e cercando di limare ogni singolo centesimo. In più, in assenza di giochi di Formula 1 con piste aggiornate, ne creavo di mie il più simili possibili a quelle esistenti (con risultati come potrete immaginare assolutamente deludenti…). Ma tant’è.

Quando poi mi rompevo mi lanciavo a fuoco contro un muro solo per vedere il vetro andare in frantumi. Questo segnava la fine delle mie ore di gioco.

4D Sports Driving

Splash screen

50%

Schermata molto semplice e poco allettante che peraltro “stacca” molto con la grafica del gioco. Non una gran cosa.

4D Sports Driving Opening

4D Sports Driving Opening 2

Graphics

50%

Estremamente poligonale, al punto che le auto finiscono per avere, in prospettiva, delle forme alquanto bizzarre. Per fare un confronto lo stesso anno uscì Bill Elliott’s NASCAR Challenge, decisamente meglio.

4D Sports Driving 3

Narrative

60%

Stiamo parlando di un gioco di sport, pertanto non vedo la trama come qualcosa di valutabile. Il giudizio pertanto, come spiegato nella pagina Scoring System, è del tutto ininfluente

Gameplay

80%

4D Sport Driving è semplice da apprendere. I tasti da utilizzare sono essenzialmente 4: acceleratore, freno, destra e sinistra. Ci si può quindi sbizzarrire sulla creazione di circuiti, come fece ai suoi tempi la maggior parte dei miei amici, o sulla prova delle varie vetture. Da questo punto di vista il realismo è ottimo, dal momento che a variare tra le diverse auto non è banalmente solo la velocità, ma anche la tenuta di strada, la potenza, la guidabilità, la possibilità di sotto o sovrasterzare ecc…Parallelamente cambia anche il grip delle gomme in base al fondo del tracciato. Queste caratteristiche, abbinate ad un cockpit sufficientemente rifinito e diversificato, permettono una gran bella esperienza di guida. Ho avuto modo anni dopo l’uscita del gioco, di provarlo con volante, pedali e cambio e devo dire che il risultato è stato molto soddisfacente.

Nel gioco sono presenti 6 avversari con differenti caratteristiche da poter sfidare sulle piste e un discreto parco di 11 vetture (Acura NSX, Audi Quattro Sport 20v version, Chevrolet Corvette ZR1 1990 Model, Ferrari 288 GTO, Jaguar XJR-9 IMSA Sports Car, Lamborghini Countach 25th Anniversary, Lamborghini LM002, Lancia Delta HF Integrale 16v, Porsche 962 IMSA Sports Car, Porsche 911 Carrera 4 e Porsche March IndyCar quella da me utilizzata il 99% delle volte) ed è presente la possibilità di registrare e rivedere la gara in replay, giusto per poter far vedere agli amici di quando siamo stati bravi a fare quel salto e superare quel pollo di avversario.

Sfortunatamente l’unica modalità presente è la Single Player contro se stessi o contro il Computer.

Sound

40%

Qui iniziano a farsi sentire le dolenti note. Il reparto sonoro è molto molto povero e le varie auto hanno suoni uguali e francamente bruttini. Si poteva fare moooolto meglio.

Longevity

80%

Il fatto di avere a disposizione diverse modalità di gioco, un discreto parco auto e sopratutto un numero virtualmente pressochè illimitato di circuiti, rende il titolo molto longevo. E’ anche per questo che spesso me lo sono portato dietro su ogni computer in mio possesso

Final score 60/100

60%

4D Sports Driving ha diviso il pubblico e la critica i quali hanno assegnato alternativamente voti alti e bassi che, come prevedibile convergono verso una sufficienza. Ed è così anche per me.


Year: 1990

Developer: Distinctive Software

Publisher: Brøderbund, Mindscape

Genre: 3D Racing

Game Mode: Single Player, Human VS Computer

Original Platform: MS-DOS

From same developers:

From same editors:

Inspired to:

  • Hard Drivin’ (1989)

If you liked it you can also try:

  • Stunt Car Racer (1989)
  • Stunt Driver (1990)

Follow I ❤ Old Games on Facebook!

Advertisements

13 Comments Add yours

  1. Noooooooooo SEI UN MITO! Non avevo riconosciuto né il nome né la locandina, ma appena vista la schermata il mio cuore ha avuto un sussulto: ADORAVO questo gioco e ci ho passato ore infinite! Credo che per almeno tre anni di fila non ho giocato ad altro, coinvolgendo un numero impressionante di persone: ho giocato con compagni di scuola, con colleghi di lavoro, la mia ragazza dell’epoca e tutta la sua famiglia! Tutti a cercare di battere il record e di costruire piste sempre più difficili e piene di trabocchetti! Mado’, quanti ricordi…
    C’era una velocità altissima che se la raggiungevi la macchina andava in tilt e volava facendo cose strane; c’erano pedane per il giro della morte, ostacoli tra cui fare lo slalom, laghi e montagne da costruire… che tempi meravigliosi!
    Grazie di cuore per questo tuffo nei ricordi ^_^

    Liked by 1 person

  2. Prova di commento, visto che questo blog non accetta i miei interventi!
    Per la prima volta ho giocato a “Stunts” su un PC 286 nel 1993, poi con un Packard Bell 486 almeno fino al 1995. L’ho “installato” (in realtà ce l’avevo su un floppy 2,5″ e bastava copiarlo) sul PC dell’ufficio dove lavoravo e su vari altri PC di amici e conoscenti, spargendo ovunque il Verbo Stunts! ^_^
    Complimenti per il bel pezzo 😉

    Liked by 1 person

    1. benez256 says:

      Lucio! Come questo blog non accetta i tuoi commenti??? Adesso me la prendo con WordPress! Comunque adesso il commento è visibile. Vedo che non sono l’unico ad apprezzare queto gioco. Magari organizzeremo un torneo…☺

      Liked by 1 person

      1. Visto che dici si può giocare on line, appena ho occasione ci provo 😛

        Like

      2. Ho provato a risponderti dall’App WordPress ma non sembra funzionare, così rispondo qui: appena posso sfrutterò il link che hai messo, così vediamo com’è tornare a giocarci 😉

        Liked by 1 person

      3. benez256 says:

        eh…tanta roba. Da qualche tempo sono entrato magicamente in possesso di una libreria con oltre 8000 giochi per DOS da far girare con DOSBox. Sto seriamente temendo per la mia vita sociale…

        Liked by 1 person

      4. Nooo che spettacolo! Quando a metà anni Novanta ho scoperto il Mame32, ho perso i contatti con la realtà a forza di sfondarmi coi giochi del Commodore64: non voglio neanche pensare a cosa potrei fare se potessi rimettere le mani sui vecchi giochi DOS… Io ero uno di quelli che comprava i CD in edicola perché c’erano i livelli aggiuntivi di Doom fatti dai fan, sempre in epoca pre-internet…

        Like

      5. benez256 says:

        Eh io adesso ce l’ho il pacchetto DOS…è la soluzione alle guerre nel mondo…tutti in casa a giocare…

        Liked by 1 person

      6. Fate la guerra su consolle, invece che dal vivo 😛
        Se tutti dedicassero più tempo al vecchio Prince of Persia e meno a truffe e atti criminali, sarebbe il migliore dei mondi possibili…

        Liked by 1 person

      7. benez256 says:

        Ho nel mirino anche Prince of Persia trabnquillo…prossimamente…tutto a suo tempo…😉

        Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s