[Picks of the Month] Autunno-Inverno ’20-’21


Dopo altri sei mesi (o quasi) eccomi di nuovo qui. Come potrete immaginare non sono stati mesi facilissimi durante i quali, oltre alle varie preoccupazioni, ovviamente ho dovuto abbandonare ogni proposito di acquisto di giochi o console.

Tuttavia dopo quasi un anno dall’inizio della pandemia e dopo un anno di sacrifici ho pensato che potevo meritarmi un regalo e negli ultimi tempi ho rimesso il naso nel mondo dei mercatini e delle aste, trovando una situazione ben diversa da quella del 2019. La quantità di oggetti in vendita è sempre bene o male la stessa ma i prezzi si sono abbassati e in alcuni casi di parecchio. Ho anche notato che è molto più facile adesso ricevere proposte di acquisto al ribasso da parte di venditori che probabilmente vogliono realizzare un minimo di guadagno in tempi brevi. Se solo avessi avuto da parte un po’ di fondi, questi mesi si sarebbero trasformati in una pesca miracolosa.

Partiamo dunque da uno dei primissimi acquisti dell’autunno, una cosa che non era per nulla preventivata. Parlando con un amico si è arrivati, non so come, a parlare dell’Action Max, una delle console-fallimento degli anni ’80, distribuita solo negli USA. Per fargli vedere di cosa stavo parlando ho mostrato una foto da internet che proveniva da un’asta si eBay e per curiosità ho aperto la pagina. La console non è stata prodotta in grandi numeri ma d’altro canto non è mai stata così ricercata da far lievitare troppo i prezzi; ad ogni modo in Europa non è mai stata distribuita e nel passato quelle che ho visto in vendita andavano ben oltre i 100€, spesso non complete o con scatole ridotte da schifo. E quando ho visto che quella in vendita era a 30€ stentavo a crederci e ho dovuto riguardare per bene tutta la descrizione e le immagini prima di convincermi che era tutto vero.

Non è certo la console che speravo di comprare da una vita ma di sicuro una stranezza che mi sarebbe piaciuto avere, avendone la possibilità, quindi non ho esitato un attimo e per soli 30€ mi sono portato a casa un Action Max fondo di magazzino. La confezione ha delle piccole ammaccature ma nulla di atroce e all’interno la console è ancora nella sua plastica originale, mai aperta e mai tirata fuori dai polistiroli. Non ho neanche voluto attaccarla alla TV (anche perchè non ho il lettore VHS o DVD a portata per far gurare i pochi giochi rilasciati) ma l’ho tenuta nel suo cartone vicino al CD-i boxato che già posseggo. Insomma due sfigate una di fianco all’altra.

Tempo dopo mi sono convinto ad entrare nuovamente al CeX vicino al mio posto di lavoro per vedere se c’era qualcosa di interessante per PS2, PS3 o Xbox e sono riuscito a portarmi a casa per meno di li 15€ tre giochi: Condemned 2 per Xbox 360, ma soprattutto per la stessa console Marvel Vs. Capcom 3 che non vedevo l’ora di provare con la mia ragazza (sì, lei a volte si diverte a farmi il culo con i picchiaduro), mentre per PS2 sono riuscito a recuperare 1945 I & II: The Arcade game. Sono sempre molto allettato dalle compilation per PS2 e dai port di vecchi giochi arcade e sinceramente non credevo di trovarlo dato che solitamente non si trova altro che i pallosissimi FIFA e quant’altro.

Nel frattempo, di tanto in tanto davo un’occhiata ai giochi disponibili online da GOG, Steam o Epic Store o agli store di Xbox e PS per cercare qualche offerta. Per ciò che riguarda i giochi per computer ho aggiunto alla mia libreria la versione digitale di Europa Universalis II (che già ho in formato fisico) alla modica cifra di 0€. Per lo stesso importo ho recuperato anche Serious Sam: The Second Encounter, Teleglitch: Die More Edition e Butcher mentre ho dovuto spendere ben 0.49€ per Heroes of Might and Magic III, dato che la versione che già avevo iniziava ad avere problemi di compatibilità e non riuscivo più a giocarci. Steam invece mi ha “regalato” Slain: Back from Hell a soli 2.99€, Stronghold HD a 0.99€ e Disciples II: Gallean Return a 1.39€. A Novembre ho fatto un acquisto un po’ più corposo assicurandomi Portal, Age of Wonders, Crazy Machines 3 Outlast, Outlast 2 e Outlast: Whistleblower per 10.99€.

Andiamo avanti a Dicembre. Ormai sazio di F1 2018 per Xbox mi decido a prendere F1 2019 questa volta per PS4 approfittando di un super sconto che me lo lascia a 9.99€. Le differenze dal ’18 sono parecchie a livello di guida e posso affermare che a mio gusto personale è questo uno dei pochi casi in cui preferisco la versione Sony a quella Microsoft. Neanche il tempo per iniziare un campionato con tutti i crismi che per natale mi arriva F1 2020 70th Anniversary Edition: nono sono mai stato così aggiornato con un gioco di F1 nella mia vita! La versione Xbox, pur essendo migliorata rispetto alla ’18, ha sempre le stesse particolarità delle altre versioni Microsoft: non voglio chiamarli difetti perchè probabilmente per altri stili di guida è migliore, ma per il mio faccio più difficoltà ad adattarmi anche se sto portando a termine con successo un campionato 2020 molto complicato.

Il momento del “regalino a me stesso” arriva nel nuovo anno, quando per l’appunto mi accorgo che su eBay tutto o quasi è diventato più abbordabile, quindi decido di tornare alla mia vecchia passione, il NES e cercare qualche gioco meno conosciuto. Mi imbatto in uno dei venditori da cui ho già comprato e, nonostante avessi buttato una rete bella ampia offrendo per una trentina di giochi (e sapevo già che alcuni non li avrei presi neanche morto) sono riuscito a portare a casa 5 titoli: Bad Street Brawler, Sky Shark, Michael Andretti’s World GP, Robowarrior e Robin Hood. Non sono certo titoli tripla A ma alcuni non sono mai stati distribuiti in Europa quindi è difficile trovarli e ho approfittato del momento per accaparrarmeli.

Qualche giorno dopo un altro venditore ha messo fuori altri giochi per NES e sebbene mi fossi già fatto un regalo, non ho resistito al richiamo del prezzo abbordabile e per poche decine di euro mi sono portato a casa altri due giochi, RoboCop 3 e Rainbow Islands. A questo punto l’idea era quella di terminare la trilogia per NES di Robocop ma sono riuscito a farmi sfuggire il secondo gioco che era in vendita per un prezzo ridicolo. Un’altra trilogia zoppa quindi assieme a quelle di Castlevania e dei Simpsons su NES, Ace Combat su PS1 e Sonic su Mega Drive.

Ci sono molti giochi che negli Stati Uniti sono diventati famosi e abbastanza comuni e che ad oggi non richiedono una grossa spesa, ma dato che in molti casi sono esclusive NTSC è difficile trovarli in Europa e quando si trovano i prezzi non sono per nulla bassi. Due esempi sono Friday the 13th e Jaws che in Italiano saltano fuori molto raramente. Sono stato fortunato a trovarli entrambi dalla stessa persona che li ha offerti ad un ottimo prezzo, quindi ora sono il fiero possessore anche di questi due titoli per NES che portano il totale della collezione a 174 giochi. Non male direi, calcolando che ci sono molti giochi che finora mi sono quasi rifiutato di compare, come tutti i giochi sportivi e i giochi da 1€ tipo Jeopardy o robe simili. Il giorno che mi deciderò di spedere quei pochi soldi per prenderli riuscirò ad aumentare la collezione in un attimo di almeno una dozzina di giochi a spesa quasi nulla. L’obiettivo adesso è quello di arrivare a 200 giochi e chissà se accadrà quest anno…

Follow I ❤ Old Games on Facebook!

…and also I ❤ Old Games on Instagram!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.