[Review] Nicotine Nightmare


REVIEW # 00000000 01100001

DANGER: Government Healt WARNING: CIGARETTES CAN SERIOUSLY DAMAGE YOUR HEALTH

My heart says…

There are just a few reasons why I’m proud of Nicotine Nightmare: the first is that, being a Spectrum game, it starts with a big advantage on every other game, even if it were the worst shit of all time; the second is because there were few infos about it online and the MobyGames page about it has been written by who’s writing now 🙂 Apart from this the games has little to offer, if not a vaguely disturbing cover probably created by one of the lobbies against the cigarettes.


Sono pochi i motivi per i quali sono orgoglioso di Nicotine Nightmare: il primo è che, essendo un gioco per ZX Spectrum, parte con un vantaggio enorme su tutti gli altri, anche se fosse la peggio ciofeca; il secondo è perchè del gioco online si sapeva poco e la relativa pagina su MobyGames è stata firmata dal sottoscritto 🙂 Detto questo non rimane molto del gioco, se non una copertina vagamente inquietante elaborata probabilmente dalle lobby contro il fumo.

Splash screen

Zero commitment. No loading screen, no worthy splash screen. Only the name of the game and the name of the developer Atlantis Gold in large print. No wonder why they haven’t done anything else but this game and another forgettable one…

Impegno zero. Nessun bel loading screen, nessuno splash screen degno di nota. Solo il nome del gioco e la scritta a caratteri cubitali dello sviluppatore Atlantis Gold. Non mi meravilgio che non abbiano praticamente lasciato traccia nella storia dello Spectrum…

Graphics

The one who played other platformers on the Spectrum will notice a (remote) similarity with the masterpieces of the genre like Dynamite Dan or Manic Miner. The game is almost toally immune by the nefarious color clash but thanks to the simplicity of the graphics and to the absence of colored backgrounds and detailed setrtings not for some particular skills of the developers. The black background (that is not a color) dominates the scene and the interiors in magenta with sparks of blue and white for our nameless protagonist. Many other games to avoid to rely too much on the CPU have dark visuals, but in this case the paucity of the game (and the fact that’s super short!) shoul “free” a lot of memory, so it’s inexplicable the need to save on graphics.

Per chi ha giocato ad altri platformers sullo Spectrum noterà una certa (remota) somiglianza con i capisaldi del genere come Dynamite Dan o Manic Miner. Il gioco è praticamente immune dal nefasto color clash, ma ciò è dovuto più alla semplicità stilistica e all’assenza di sfondi coloroati o dettagli nell’ambientazione che alla bravura degli sviluppatori. Dominano i temi del nero di sfondo (che non è un colore) e gli “interni” sul magenta, con sprazzi di blu e bianco per il nostro protagonista senza nome. Molti altri giochi per non gravare sulla CPU hanno grafiche scure, ma in questo caso la pochezza del gioco (e il fatto che sia cortissimo!) dovrebbe “liberare” parecchia memoria, quindi non si spiega il risparmio sulla grafica.

Narrative

An encouragement grade. Because, frankly, you need to be high to think about something like this. The game stands as a prenentious crusade against the cigarettes in which a man without name and without a story, devotes himself to the sabotage of the biggest cigarettes factory in the world. I personally hate cigarettes but maybe there was something more importanto to fix in this world…

Voto d’incoraggiamento. Perchè pensare ad una storia del genere è obiettivamente una roba da flippati. Il gioco si pone pretenziosamente come una crociata contro il fumo in cui noi, un uomo senza nome e senza storia, andiamo a sabotare la più grande fabbrica di sigarette del mondo. A me il fumo fa schifo, però magari c’era qualcos’altro di più importante da sistemare…

Gameplay

The game is extremely simple and it’s essentially a platformer with an extra screen that belongs to an undefined genre. We start trying to turn off some cigarettes with a watering can but they are repeatedly reignited by a sort of devil that randomly appears on screen: turn X of them off and we will finally start the actual game. Yes, because this was only a test, just to check if we had the stones to proceed. We need ther stones because we had to sneak into the factory that is producing cigarettes and turn off all of the machinery to save the world from nicotine. This factory, that even if ad absurdum were the only responsible of all of the cigarettes in the world should be more or less the dimension of Texas (change “Texas” with one of the largest regions of your country or with the country you like provided that is large enough), is actually “large” four screens anf has four tattered machinery. There’s also the owner (or a janitor???) who goes back and forth. Well, once you pass these 4 screens we reach a podium (a poidum???) and the game’s over.

Il gioco è estremamente semplice ed è essenzialmente un platform con uno schermo extra senza un genere ben definito. Pronti via e dobbiamo spegnere con un annaffiatoio delle sigarette accese che vengono ci continuo riaccese da un diavolo che appare ogni tanto sullo schermo: spegnamone X e potremo finalmente iniziare il gioco vero e proprio. Sì, perchè questo era un test, solo per vedere se avevamo le palle di procedere. Servono le palle perchè dobbiamo praticamente intrufolarci in una fabbrica che produce sigarette e spegnere tutti i macchinari per salvare il mondo dalla nicotina. Questa fabbrica, che se anche per assurdo fosse la sola responsabile di tutte le sigarette del mondo dovrebbe essere quanto meno grossa come il Texas (potete sostituire “Texas” con una delle regioni più grandi che avete nel vostro stato o con lo stato che preferite purchè sia abastanza grande), consta di 4 salette con 4 macchinari cenciosi. C’è pure il titolare (o la guardia giurata?) che fa avanti e indietro. Ebbene superando questi pochi schermi raggiungiamo il podio (podio???) e il gioco finisce

Controls

As a good platformer, we can only more left, right and jump, However the controls are awful, it’s frequently hard to calibrate the jump and it’s hard to tell what’s the maximum height to avoid a terrible death (spoiler: a few inches) and it’s hard to tell where you can walk and where you can’t, with platforms sometimes safe, sometimes not. So, despite the mere 4 screens, it’s a mess!

Da buon platform ci si muove solo a destra e sinistra e si salta. Tuttavia i controlli sono pessimi, si fa spesso fatica a calibrare i salti, non si riesce mai a capire qual è l’altezza che ci evita una morte certa (spolier: molto bassa) e si fa fatica a capire dove si può camminare e dove no, con piattaforme che ogni tanto sono utilizzabili e a volte no. Quindi nonostante i soli 4+1 schermi è un casino!

Sound

A lonely beep that escalates when the protagonist clumbs up the screen. No other sound effects, let alone the music. At this point I wonder why this game needs a 48K Spectrum to run, it could barely be enough the ZX81…

beep, beep, BEEP!

Giusto un bip, che cresce di tono in base all’altitudine alla quale si trova il personaggio. Niente effetti sonori di altro tipo, figuriamoci la musica. Mi chiedo a questo punto perchè questo gioco necessiti di uno Spectrum a 48K per funzionare, basterebbe quasi lo ZX81…

Longevity

Dramatically short. I frankly can’t use other words to define Nicotine Nightmare. Just 5 screens in total, 4 platformers and the first one of an undefined genre. Total? 4 minutes (if we take our time), a lenght that was embarassing enough also in the mid 70s. And forghet about replayability. What else to say?


Drammaticamente corto. Non si possono certo usare molte altre parole per definire Nicotine Nightmare. In totale sono 5 schermate, 4 platform e la prima di un genere indefinibile. Totale? 4 minuti netti (se ce la prendiamo con comodo), una durata che era già abbastanza imbarazzante a metà anni ’70. E scordatevi la rigiocabilità. Serve dire altro?

Final score 48/100

Even though I love every stuff that goes inside the Spectrum and this love fool allows me to play with every single game available, if I have to be sincere Nicotine Nightmare more than a game lokks like an housework made by a college freshman that by mistake has been distributed on tape. You choose if is worth playing it or not!


Nonostamte io ami tutto quello che entra in uno Spectrum e questo mio amore irrazionale mi permette di giocare veramente a qualunque cosa, se devo essere obiettivo Nicotine Nightmare più che un gioco sembra un compitino svolto da un diplomando che è stato per errore distribuito in cassetta. Vedete voi se giocarci o no!


Year: 1985

Developer: Atlantis Gold

Publisher: Atlantis Gold

Genre: Platform

Game Mode: Single Player

Original Platform: ZX Spectrum

From same develpers/publishers:

  • Self Destruct (1985)

Inspired to:

If you liked it you can also try:

  • Dynamite Dan (1985)
  • Dun Darach (1985)
  • Dizzy (1987)

Follow I ❤ Old Games on Facebook!

…and also I ❤ Old Games on Instagram!

2 Comments Add yours

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.