[Review] Nintendo World Cup


Nintendo World Cup Cover

REVIEW # 00000000 00010000

The game where kicking balls or kicking asses is the same thing…

Sono ormai iniziati gli europei 2016 e e giusto per stare in tema vi beccate una bella review di Nintendo World Cup. Mi pare giusto, no?

NWC ha fatto la sua comparsa in casa mia inserito nella mitica cartuccia con tre giochi per NES, ovvero Super Mario Bros., Tetris e per l’appunto Nintendo World Cup. Della serie se ti stufi di uno ti fiondi sull’altro e poi sul terzo e quando ti sei stufato del terzo ha fatto tempo a tornarti la voglia di giocare al primo.

Questo meraviglioso esempio di come NON si gioca a calcio è un gioco devastante se giocato in due capace di provocare sommosse, litigi e urla al cielo che saranno raggiunte anni dopo solo con la saga di PES su PlayStation. Ovviamente non ho mai raggiunto quei livelli di cattiveria e blasfemia, visto che quandoci giocavo avevo 6 anni…

La cosa più divertente, specie si si è abbastanza skillati, è fare il torneo e saccagnare alla grande la prima malcapitata squadra, il Cameroon, che se affrontata con piglio da finale di campionato del mondo può agevolmente concludersi con risultati tipo 30-0 o 35-0: la partita dovrebbe durare 8 minuti ma se siete bravi, considerando il tempo kmorto che intercorre tra il gol e il segeunte calcio d’inizio, potreste stare sul match una ventina di minuti…

Tralasciando il Cameroon, la seconda cosa più divenrtente (anzi, forse la prima…) è giocare sporco. Sempre. Si può arrivare agevolmente a fare talmente tante vittime sul campo di gioco che ad un certo punto la partita si trasforma in un 7 contro 1: il portiere avversario. E lì parte la melina pesa.

My heart says…

80%

Al cuor non si comanda. Se pensate che questo è uno dei primi giochi della mia storia in una cartuccia da tre giochi, potrete benissimo immaginare quante migliaia di ore ci abbia passato sopra. In realtà il gioco non era mio ma della mia amica ed era un must quando giocavamo insieme a casa sua. Lacrimuccia moment ogni volta che ci rigioco.

Splash screen

60%

Non proprio il migliore della sua generazione. E’ essenzialemnte una vetrina per i crediti agli sviluppatori e solo in basso abbiamo le due opzioni di gioco. Insomma, c’è di meglio.

Nintendo World Cup

Graphics

80%

C’è poco da dire, il NES spaccava il c**o a tutti in quanto a grafica. Si potrebbe obiettare che, almeno per ciò che riguarda il reparto visivo, visto un gioco er NES li hai visti tutti, però dall’altro lato le grafiche erano tanta roba e Nintendo World Cup non è da meno.

Narrative

70%

Beh non c’è molto di trama, c’è solo da tirare gomitate e spaccare le ginocchia!

Gameplay

80%

NWC è un gioco che in molti aspetti si avvicina più ad un picchiaduro che a un gioco di calcio. Per intenderci, con le dovute proporzioni, si danno più botte qui che in Jackie Chan’s Action Kung-Fu che per l’appunto dovrebbe basarsi sul kung-fu (ma lo fa in modo molto edulcorato…).

Esistono due modalità di gioco: quella Torneo, nella quale si sfidano tutte le nazionali in un crescendo di difficoltà partendo dalla più pippona di tutte fino alla più forte e l’altra, la VS Mode nella quale si sceglie contro quale squadra giocare in una selezione di 6 terreni diversi (erba, ghiaccio, cemento, sabbia, terra e terra – con sassi) per un match da dieci minuti per tempo.

Le squadre selezionabili sono 13: Argentina, Brasile, Camerun, Francia, Germania Ovest, Giappone, Inghilterra, Italia, Messico, Paeli Bassi, Spagna, Stati Uniti e U.R.S.S. (cavolo a questi tempi c’era ancora l’U.R.S.S.!!!)

Nintendo World Cup 3

La grossa figata e che se in possesso di uno sdoppiatore per i controller si poteva giocare in 4 contemporaneamente! Non vi dico quanto ho bramato quell’aggeggio…

Sound

70%

Nonostante una mucishetta abbsatzna orecchiabile, Nintendo World Cup latita un po’ in quanto a sonoro. Anche perchè se ci fosse stata una colonna sonora da 8 questo gioco sarebbe stato una bomba a mano!!!

Longevity

100%

Altissima, specie se si gioca in 2. Infatti, mentre da soli diventa un po’ troppo semplice dopo alcune partite, in 2 la longevità e la rigiocabilità soprattutto sono assicurate. Ancora oggi è un bellissimo passatempo

Final score 78/100

75%


Year: 1990

Developer: Technos Japan Corporation

Publisher: Nintendo

Genre: Sport, Soccer

Game Mode: Single Player, Multiplayer

Original Platform: NES

From the same developers:

  • Double Dragon (1987)
  • Double Dragon II: The Revenge (1988)
  • Double Dragon III: The Rosetta Stone (1990)

From the same publishers:

  • Donkey Kong (1981)
  • Super Mario Bros. (1985) e seguiti
  • The Legend of Zelda (1986) e seguiti

Inspired to:

  • Soccer (1985)

If you liked it you can also try:

Follow I ❤ Old Games on Facebook!

Advertisements

4 Comments Add yours

  1. Questo non l’ho mai visto, ma anche un indifferente calcistico come me ha sempre adorato i giochi di “campionato”. Che bello poi quando potevi far del male ai giocatori: per C64 avevo il gioco dell’hockey dove era consentito mazzolare i giocatori, che poi rimanevano seduti per terra con un bernoccolo! Negli anni poi è diventato tutto fallo, Fifa di EA Sports non ti fa fare una mazza di niente così dopo una lunga carriera calcistica da anni ho appeso i tasti al chiodo 😛

    Liked by 1 person

    1. benez256 says:

      In questo invece una parte fondamentale del gioco è mazzuolare gli avversari, tanto non c’è arbitro e i falli non esistono!

      Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s